Al termine della bella stagione diventa importante chiudere la piscina per proteggerla dall’azione delle intemperie che potrebbero andare a danneggiarla. Per poter fare ciò, le attrezzature maggiormente utilizzate sono le coperture invernali per piscine. Scegliere la copertura più adatta per la propria piscina non è assolutamente un aspetto da sottovalutare.

Una buona copertura per piscine infatti, affinché possa effettuare il suo lavoro con precisione, deve essere innanzitutto di qualità, in modo tale da svolgere perfettamente le sue funzioni. Tra l’altro, una buona copertura garantisce anche un notevole risparmio energetico oltre che di denaro.

 

Perché le coperture per piscine sono da utilizzare?

Il motivo è veramente semplice: grazie alla loro facilità di installazione, possono essere utilizzate da tutti e applicate in maniera facile e veloce. Una volta applicate inoltre, possono ridurre al minimo la formazione di alghe e microrganismi all’interno della vasca: in questo modo la tua piscina potrà essere mantenuta piena d’acqua anche durante l’inverno e in più verrà protetta da sporcizia, intemperie e raggi solari che potrebbero andare a danneggiarla.

Le coperture, come già detto, sono anche molto semplici da installare e ovviamente, il fissaggio cambia a seconda del metodo che viene scelto.

Infine, sono disponibili in diversi materiali e colori, in modo tale da adattarsi facilmente a qualsiasi tipologia e forma di piscina; sono progettate per garantire la copertura totale della piscina poiché sono ideate in modo tale da oltrepassare i bordi della piscina stessa.

 

Cosa bisogna tenere in considerazione al momento della scelta?

Prima di acquistare una copertura invernale per piscine, bisogna valutare alcuni aspetti molto importanti: drenaggio, fissaggio, materiale e sicurezza sono i più importanti.

 

Materiale

Il giusto materiale dovrà essere resistente ad eventuali strappi, sbalzi di temperatura ed abrasioni. Il materiale più utilizzato è quello in PVC, in quanto garantisce sicurezza e lunga durata nel tempo. Molto utilizzati sono anche i materiali in geomembrana e fabrene.

 

Fissaggio

Il fissaggio della copertura per piscine è fondamentalmente di due tipi: occhielli e tiranti elastici oppure salamotti perimetrali; vi è poi una terza tipologia di fissaggio che unisce le caratteristiche di entrambe le tipologie appena citate. Per quanto riguarda il fissaggio, è bene ricordare che non esiste una tipologia migliore delle altre, ma la scelta viene fatta in base alle proprie esigenze personali.

 

Drenaggio

Il giusto sistema di drenaggio è fondamentale allo scopo di risolvere una problematica molto diffusa nelle piscine: l’accumulo di acqua stagnante. Questi accumuli vanno rimossi manualmente ma esistono anche due opzioni che possono essere messe in atto: la prima consiste nello scegliere una copertura filtrante mentre la seconda è quella di optare per una copertura impermeabile.

 

Ovviamente, a seconda della tipologia di piscina (fuori terra, interrata o seminterrata) cambia anche la tipologia di copertura più adatta alla propria piscina. Per scegliere la migliore sarà necessario coniugare quelle che sono le proprie esigenze alle caratteristiche citate precedentemente.